Ginocchio

PROTESI MONOCOMPARTIMENTALE DI GINOCCHIO

Lo scopo dell’intervento di protesi di ginocchio è quello di diminuire il dolore e ripristinare la funzionalità. Sebbene la protesi totale di ginocchio (chiamata anche “artroplastica”) sia una scelta eccellente per i pazienti con osteoartrosi del ginocchio, esistono altre opzioni chirurgiche. I pazienti con osteoartrosi limitata a solo una parte del ginocchio possono essere candidati per la protesi monocompartimentale di ginocchio (chiamata anche una protesi di ginocchio “parziale”).

Descrizione

La protesi monocompartimentale di ginocchio è un’opzione per una piccola percentuale di pazienti con osteoartrosi del ginocchio. Il medico può consigliare una sostituzione parziale del ginocchio se l’artrosi è limitata ad una sola parte (compartimento) del ginocchio.

Anatomia normale del ginocchio, vista frontale
Anatomia normale del ginocchio, vista frontale

Un normale articolazione del ginocchio: alcune strutture sono stati rimosse per dimostrare meglio la cartilagine sana: il rivestimento liscio dell’articolazione. I compartimenti mediale, laterale e femoro-rotuleo sono indicati con frecce rosse.

Il ginocchio è diviso in tre grandi compartimenti: il compartimento mediale (la parte interna del ginocchio), il compartimento laterale (la parte esterna), ed il compartimento femoro-rotuleo (parte anteriore del ginocchio tra la rotula e femore).In una protesi monocompartimentale di ginocchio, solo il compartimento danneggiato viene sostituito con metallo e plastica. La cartilagine sana e le ossa del resto del ginocchio vengono lasciati in sede.

Vantaggi della protesi parziale di ginocchio

Diversi studi hanno dimostrato che la moderna protesi monocompartimentale di ginocchio funziona molto bene nella maggior parte dei pazienti che sono candidati appropriati.

I vantaggi della protesi parziale di ginocchio rispetto alla protesi totale di ginocchio comprendono:

  • Recupero più rapido
  • Minore dolore dopo l’intervento chirurgico
  • Minore perdita di sangue

Inoltre, poiché l’osso, la cartilagine e i legamenti dei compartimenti sani del ginocchio vengono mantenuti, la maggior parte dei pazienti riferiscono che una protesi monocompartimentale di ginocchio viene sentita più “naturale” di una protesi totale di ginocchio. Inoltre un ginocchio con protesi monocompartimentale si può piegare meglio.

Svantaggi della protesi parziale di ginocchio

Gli svantaggi di una protesi parziale del ginocchio rispetto a una protesi totale di ginocchio includono il sollievo dal dolore un po’ meno prevedibile, e la potenziale necessità di ulteriori interventi chirurgici. Per esempio, può essere necessaria in futuro una protesi totale di ginocchio se l’artrosi si sviluppa nelle parti del ginocchio che non sono state inizialmente sostituite.

In una sostituzione parziale del ginocchio, solo il compartimento danneggiato viene sostituito con un dispositivo artificiale.
In una sostituzione parziale del ginocchio, solo il compartimento danneggiato viene sostituito con un dispositivo artificiale.

Candidati per l’intervento

Il tuo medico può consigliarti un intervento chirurgico se hai un’artrosi avanzata e se avete esaurito le opzioni di trattamento non chirurgico. La chirurgia dovrebbe essere presa in considerazione solo se il ginocchio sta influenzando in modo significativo la qualità della tua vita e sta interferendo con le normali attività quotidiane.

Per poter essere un candidato a questa procedura, l’artrosi deve essere limitata a un solo compartimento del ginocchio. Non possono essere invece considerati candidati ideali i pazienti con artrite infiammatoria, rigidità significativa del ginocchio, o una lesione dei legamenti. Il tuo chirurgo ti aiuterà a determinare se questa procedura è adatta a te. Con una dovuta selezione del paziente, le moderne protesi monocompartimentali di ginocchio hanno dimostrato ottimi risultati a medio e lungo termine sia in pazienti più giovani che in pazienti più anziani.

Osteoartrosi del ginocchio. (Sinistra) Questo ginocchio non è un buon candidato per la protesi parziale di ginocchio perché l’artrosi coinvolge sia il compartimento mediale (interno) che quello laterale (esterno). (Destra) In questo ginocchio, l’artrosi è limitata al compartimento laterale. Questo paziente può essere un buon candidato per la protesi monocompartimentale di ginocchio.

La valutazione ortopedica

Per determinare se una protesi parziale del ginocchio può essere di beneficio, il medico può fare riferimento a un chirurgo ortopedico per una valutazione approfondita.

Anamnesi

Il medico ti farà alcune domande sul dolore al ginocchio. Le domande saranno particolarmente focalizzate sulla posizione del tuo dolore. Se il dolore è localizzato quasi completamente sulla parte interna o sulla parte esterna del ginocchio, allora puoi essere un candidato per la protesi parziale di ginocchio. Se hai dolore in tutto il ginocchio o dolore nella parte anteriore del ginocchio (sotto la rotula) potrebbe essere più indicata la protesi totale di ginocchio.

Visita

Il medico esaminerà attentamente il ginocchio. Lui o lei cercherà di determinare la posizione del tuo dolore. Il medico inoltre valuterà l’arco di movimento e l’integrità dei legamenti del ginocchio . Se il ginocchio è troppo rigido, o se i legamenti del ginocchio sono indeboliti o lesionati, allora il medico probabilmente non ti consiglierà la protesi monocompartimentale di ginocchio (anche se puoi essere un ottimo candidato per la protesi totale di ginocchio).

Diagnostica per immagini

Il medico richiederà alcune radiografie del ginocchio per valutare il tipo e l’entità dell’artrosi. Alcuni chirurghi possono anche richiedere una risonanza magnetica (RMN) per valutare meglio lo stato della cartilagine.

Un buon candidato per la protesi parziale di ginocchio. (Sinistra) In questa radiografia, il compartimento laterale ha un normale spazio articolare, mentre il compartimento mediale ha una severa artrosi con contatto “osso-su-osso”. (Destra) Lo stesso ginocchio dopo l’intervento di protesi parziale di ginocchio.

Questo paziente non è un candidato per la protesi parziale di ginocchio. (Sinistra) Questa radiografia mostra una grave artrosi sia del compartimento mediale che laterale. Questo paziente è un buon candidato per la protesi totale di ginocchio, come mostrato nella radiografia a destra.

Il tuo Intervento Chirurgico

Prima dell’Intervento

È probabile che tu venga ammesso in ospedale il giorno dell’intervento.

Dopo l’ammissione, sarai valutato da un membro del team di anestesia. I tipi più comuni di anestesia sono anestesia generale (in cui si dorme) o spinale, epidurale o anestesia di blocco nervoso regionale (si rimane svegli ma il corpo è anestetizzato dalla vita in giù). Il team di anestesia, durante la visita di preparazione, determinerà quale tipo di anestesia sia più adatta a te.

Intervento chirurgico

Un’operazione di protesi parziale di ginocchio di solito dura tra 1 e 2 ore.

Il chirurgo farà un’incisione nella parte anteriore del ginocchio. Lui o lei poi valuterà i tre compartimenti del ginocchio per verificare se il danno cartilagineo è, in effetti, limitato ad un solo compartimento e che i legamenti sono intatti. Se il chirurgo riterrà che il tuo ginocchio non è adatto per una protesi parziale di ginocchio, eseguirà invece una protesi totale di ginocchio. Lui o lei discuterà con te su questo “piano di emergenza” prima dell’operazione per assicurarsi che tu sia d’accordo con questa strategia.

Se il ginocchio è adatto ad una protesi parziale del ginocchio, il chirurgo utilizzerà seghe speciali per rimuovere la cartilagine dal compartimento danneggiato del ginocchio e ricoprirà le estremità del femore e della tibia con rivestimenti metallici. I componenti metallici generalmente vengono fatti aderire all’osso con del cemento. Per costituire una superficie scorrevole, un inserto di plastica viene posto tra i due componenti metallici.

Complicazioni

Come con qualsiasi procedura chirurgica, ci sono dei rischi associati alla protesi parziale di ginocchio. Il chirurgo discuterà con te su ognuno dei rischi e prenderà specifiche misure per cercare di evitare possibili complicanze.

Anche se rari, i rischi più comuni sono:

  • Coaguli di sangue. I coaguli di sangue nelle vene delle gambe (trombosi) sono la complicanza più comune della chirurgia protesica di ginocchio. I coaguli di sangue possono formarsi nelle vene profonde delle gambe o del bacino dopo l’intervento chirurgico. I fluidificanti del sangue come il warfarin (Coumadin), eparina a basso peso molecolare, l’aspirina o altri farmaci possono aiutare a prevenire questo problema.
  • Infezione. Ti verrà dato un antibiotico prima dell’inizio dell’intervento per prevenire le infezioni.
  • Lesioni di nervi o vasi. Anche se accade raramente, nervi o vasi sanguigni possono essere lesionati o stirati durante la procedura chirurgica.
  • Dolore che persiste anche dopo l’intervento.
  • Rischi legati all’anestesia.

Recupero

Poiché una protesi parziale del ginocchio viene eseguita attraverso una piccola incisione meno invasiva, l’ospedalizzazione è più breve, e la riabilitazione ed il ritorno alle normali attività di solito è più veloce.

I pazienti di solito accusano meno dolore postoperatorio, meno gonfiore, ed hanno una riabilitazione più facile rispetto ai pazienti sottoposti a protesi totale di ginocchio. Nella maggior parte dei casi, i pazienti vanno a casa da 1 a 3 giorni dopo l’operazione.

Potrai iniziare a caricare il peso sul ginocchio subito dopo l’intervento chirurgico. Potrebbe essere necessario un deambulatore o delle stampelle per i primi giorni o settimane fino a quando camminerai abbastanza comodamente senza aiuto.

Un fisioterapista di consiglierà degli esercizi per aiutarti a mantenere l’arco di movimento e ripristinare la forza. 

È molto probabile riuscire a riprendere le normali attività della vita quotidiana circa 6 settimane dopo l’intervento.

Protezione della protesi di ginocchio

Dopo l’intervento chirurgico, assicuratevi di fare anche quanto segue:

  • Partecipare a regolari programmi di esercizi leggeri per mantenere la giusta forza e la mobilità del tuo nuovo ginocchio.
  • Prendere precauzioni particolari per evitare cadute e infortuni. Se si rompe un osso nella gamba, potrebbe essere necessario più un intervento chirurgico.
  • Assicurati che il tuo dentista sappia che hai una protesi di ginocchio. Parla con il tuo chirurgo ortopedico per sapere se devi prendere antibiotici prima di procedure dentali.
  • Consulta il chirurgo ortopedico periodicamente per una visita di controllo di routine e per una radiografia, di solito una volta all’anno.

Estendere la durata della protesi di ginocchio

Attualmente, oltre il 90% delle moderne protesi totali di ginocchio s ancora funzionante 15 anni dopo l’intervento chirurgico. Seguire le istruzioni del tuo chirurgo ortopedico dopo l’intervento e avere cura di proteggere la protesi di ginocchio e la tua salute generale sono modi importanti per contribuire al successo finale del tuo intervento.

Ultimo aggiornamento: Ottobre 2018

Fonte: http://orthoinfo.aaos.org

Questo sito web contine articoli informativi il cui unico scopo è favorire la conoscenza nel pubblico interesse. Questo articolo è liberamente ispirato al sito web dell’American Academy of Orthopaedic Surgeons e in alcun modo deve essere utilizzato per curare o curarsi o per sostituirsi al parere dei Medici. Le immagini pubblicate sono a bassa risoluzione e/o degradate nel rispetto della legge italiana che regola i diritti d’autore (633/1941 comma 1 art.70: “è consentita la libera pubblicazione attraverso la rete internet, a titolo gratuito, di immagini a bassa risoluzione o degradate, per uso didattico o scientifico e solo nel caso in cui tale utilizzo non sia a scopo di lucro“) e della direttiva europeaIPRED2

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *